Genealogie dell’Empatia

Cartaceo 15,00 - Digitale 0,00

A partire dai concetti di immedesimazione e straniamento, il volume propone un percorso che si snoda fra la drammaturgie di Lessing e Brecht, e il teatro di Stanislavskij, interrogandosi sui meccanismi capaci di produrre l’empatia oltre che sulla dimensione etica di questo sentimento. Per Lessing l’empatia è quel processo psicologico ed emotivo che consente al sentimento tragico della compassione di fare breccia nell’animo dello spettatore, mentre per Stanislavskij è il meccanismo che permette all’attore di creare il personaggio sulla scena. Per Brecht l’empatia è, invece, il sentimento teatrale che la tecnica dello “straniamento” intende neutralizzare, o quantomeno disciplinare e correggere. Un sentimento inutile se non addirittura pericoloso, espressione di quella terribile “bontà senza conseguenze”, che può facilmente divenire strumento di sopraffazione nelle mani dei potenti.

Svuota

Descrizione

A partire dai concetti di immedesimazione e straniamento, il volume propone un percorso che si snoda fra la drammaturgie di Lessing e Brecht, e il teatro di Stanislavskij, interrogandosi sui meccanismi capaci di produrre l’empatia oltre che sulla dimensione etica di questo sentimento. Per Lessing l’empatia è quel processo psicologico ed emotivo che consente al sentimento tragico della compassione di fare breccia nell’animo dello spettatore, mentre per Stanislavskij è il meccanismo che permette all’attore di creare il personaggio sulla scena. Per Brecht l’empatia è, invece, il sentimento teatrale che la tecnica dello “straniamento” intende neutralizzare, o quantomeno disciplinare e correggere. Un sentimento inutile se non addirittura pericoloso, espressione di quella terribile “bontà senza conseguenze”, che può  facilmente divenire strumento di sopraffazione nelle mani dei potenti.

Informazioni aggiuntive

Tipologia

Cartaceo, PDF

Autore

Francesca Tucci

Data di pubblicazione

Marzo 2018

Editore

PUP

ISBN

978-88-31919-22-7, 978-88-31919-25-8

Pagine

143