Luca Matranga e il suo tempo storico

Cartaceo 15,00 - Digitale 0,00

Svuota

Descrizione

Il presente volume raccoglie gli atti del XXX Convegno Internazionale di Albanologia organizzato dal Dipartimento di Culture e Società e svoltosi nei giorni 5 e 6 maggio 2019 a Palermo e nelle due comunità albanofone siciliane di Piana degli Albanesi e Santa Cristina Gela. L’assise è stata voluta sia per inaugurare il Laboratorio dipartimentale di Albanologia in occasione della ricorrenza del IV centenario della scomparsa dell’autore del primo libro in arbëresh, Luca Matranga (18 gennaio 1569 – 6 maggio 1619), sia per approfondire la conoscenza di un periodo complesso della storia culturale degli Albanesi, tanto di quelli da secoli insediatisi nell’Italia meridionale quanto degli altri che risiedono nelle sponde orientali dell’Adriatico. Il XVI secolo, infatti, è considerato a ragione dagli studiosi antesignano della fase più antica della scripta albanese e precursore della nascita di una letteratura riflessa vera e propria nel corso dei secoli successivi, in particolare del Settecento, durante il quale proprio la Sicilia si trasformerà nel centro propulsore della prima rilindja (“rinascita”) culturale e letteraria albanese.

Informazioni aggiuntive

Tipologia

Cartaceo, PDF

Curatore-Curatrice

Gezim Gurga, Matteo Mandalà

Data di pubblicazione

Dicembre 2021

Editore

PUP

ISBN

978-88-5509-335-4, 978-88-5509-336-1

Pagine

212