Su altre sponde. Riflessi letterari della colonizzazione francese

Cartaceo 20,00 - Digitale 0,00

Il volume ospita una panoramica sintetica ad intento orientativo su alcune delle Letterature francofone meno note. Si tratta di espressioni letterarie, nate, come altre, quale conseguenza della politica di espansione territoriale della Francia, che presentano una vastità e una variegatura estreme di situazioni sia sul piano storico che su quello strettamente culturale. Pur nella rilevante diversificazione di modalità espressive e di problematiche manifestate, esse finiscono tutte per fungere da strumento taumaturgico, non soltanto per tentare di rimarginare le ferite inflitte dalla colonizzazione ma, soprattutto, per rivendicare con forza tutto ciò che l’Occidente avrebbe voluto estinguere. Il comun denominatore di realtà così profondamente differenti sembra dunque far perno sul contraddittorio risultato di incontri coraggiosi che si propongono come apertura al mondo e, insieme, come recupero e rivalutazione dei più intimi valori di chi su queste terre è nato e/o vissuto.

Svuota

Descrizione

Il volume ospita una panoramica sintetica ad intento orientativo su alcune delle Letterature francofone meno note. Si tratta di espressioni letterarie, nate, come altre, quale conseguenza della politica di espansione territoriale della Francia, che presentano una vastità e una variegatura estreme di situazioni sia sul piano storico che su quello strettamente culturale. Pur nella rilevante diversificazione di modalità espressive e di problematiche manifestate, esse finiscono tutte per fungere da strumento taumaturgico, non soltanto per tentare di rimarginare le ferite inflitte dalla colonizzazione ma, soprattutto, per rivendicare con forza tutto ciò che l’Occidente avrebbe voluto estinguere. Il comun denominatore di realtà così profondamente differenti sembra dunque far perno sul contraddittorio risultato di incontri  coraggiosi che si propongono come apertura al mondo e, insieme, come recupero e rivalutazione dei più intimi valori di chi su queste terre è nato e/o vissuto. Unitarietà e complessità, somiglianze e differenze, rispecchiamenti e fratture dimostrano che non esistono più identità fisse ma, viceversa, che ogni identità può essere innestata, trasformata, trasfigurata per resistere agli sconquassi del mondo, alle diaspore, alle emigrazioni, ai re-insediamenti, alla perdita di un passato e di una terra.

Informazioni aggiuntive

Tipologia

Cartaceo, PDF

Autore

Laura Restuccia

Data di pubblicazione

Luglio 2019

Editore

PUP

ISBN

9788855090513, 9788855090537

Pagine

223