n.31 Istituzioni ecclesiastiche e potere regio nel mediterraneo medioevale

20,00

“”

Descrizione

Il volume è un omaggio tributato dagli allievi al professore Salvatore Fodale. In linea con i temi di ricerca del maestro, il filo conduttore sono le Istituzioni ecclesiastiche e il potere regio tra l’età normanna e la fine del Medioevo. Uno spazio particolare è dedicato alla città di Messina, al centro dei saggi sulla religiosità tra Oriente e Occidente e su Raimondo Puyolis, arcivescovo catalano nel Trecento. Il rapporto tra Istituzioni ecclesiastiche e potere regio emerge negli articoli su Papato e propaganda di crociata nel Duecento e sul monastero di Santa Maria del Bosco. Viene, inoltre, esaminata la complessa relazione tra Martino il Giovane e la comunità ebraica siciliana. Il regno di Alfonso il Magnanimo fa da sfondo ai saggi sul memoriale della Camera reginale, al tempo della moglie Maria di Castiglia, e sulla Descendencia dominorum Regni Sicilie di Pau Rossell, codice commissionato a Valencia tra il 1437 e il 1438. In un mondo a parte sembrano vivere i La Grua, baroni di Carini, non inseriti nel sistema di potere della monarchia.

Informazioni aggiuntive

Tipologia

Cartaceo

Autore

Daniela Santoro, Maria Antonietta Russo

Data di pubblicazione

Settembre 2016

Editore

NDF

ISBN

978-88-99487-28-7

Pagine

125