Dio salvi il restauro

Cartaceo 60,00 - Digitale 0,00

Sebbene già riuscissimo a percepire quanto rilevante fosse l’apporto inglese per aver contribuito alla definizione del restauro modernamente inteso, sino ad oggi mancavano ancora sia una chiara visione d’insieme delle articolate vicende connesse all’affermazione dei princìpi conservativi, sia una più approfondita conoscenza delle fonti documentarie, necessaria al fine di ricostruire i profili culturali dei protagonisti e scandagliarne i contributi teorici. Nell’Inghilterra di fine Seicento si avvertono le prime tendenze conservazioniste, e le inclinazioni che progressivamente condurranno ad una più moderna concezione del restauro iniziano ad essere evidenziate da Christopher Wren, Nicholas Hawksmoor e John Vanbrugh nel corso del XVIII secolo. Il concetto filosofico di A??,?Eoautenticità’ emerge sulla scena culturale britannica e l’interesse per la conoscenza e la conservazione del sito preistorico di Stonehenge si accende.

Svuota

Descrizione

L’esito del lungo cammino di presa di coscienza, in Gran Bretagna, nei confronti di un moderno approccio ai problemi di restauro e conservazione è il tema che l’Autore ha studiato e analizzato a partire dal tardo Cinquecento, con le prime manifestazioni d’interesse in materia, per giungere, dopo avere ripercorso più di tre secoli, alle soglie della Prima Guerra Mondiale. La ricerca è, prima di tutto, storica e vede la sua iniziale definizione nel pensiero che si sviluppa in ambiente riformato inglese, dopo il distacco dalla Chiesa Romana operato dal re Edoardo VIII, nei confronti delle testimonianze del passato. Testimonianze che, con la loro sola presenza, sollevano questioni di memoria, di rispetto o di ripulsa, politiche e religiose, componente, quest’ultima, sempre sottesa alla riflessione inglese in materia, fino alle sue chiare esplicitazioni nella prima metà del XIX secolo. Ventimiglia conduce il lettore lungo questi mutevoli passaggi di sensibilità e mentalità con una narrazione convincente, densa di riferimenti documentari in gran parte di prima mano.

Dalla presentazione di Giovanni Carbonara

Informazioni aggiuntive

Tipologia

Cartaceo, PDF

Autore

Gaspare Massimo Ventimiglia

Data di pubblicazione

Marzo 2020

Editore

PUP

ISBN

978-88-5509-128-2, 978-88-5509-129-9

Pagine

384