L’ODIGITRIA DETTA ‘DI GUGLIELMO II’ DELLA CATTEDRALE DI MONREALE

Cartaceo 30,00 - Digitale 0,00

Le icone dipinte risultano quasi avvolte da un velo di mistero, sia per il significato intrinseco all’origine di questi singolari manufatti sia per l’anonimato che spesso contraddistingue gli autori responsabili sia ancora per la quasi totale assenza di ricerche e studi sull’argomento, soprattutto dal punto di vista tecnico-conservativo e scientifico. L’occasione del restauro è stata quindi più di una semplice opportunità per recuperare un manufatto di indiscutibile valore culturale, in quanto ha rappresentato la possibilità di gettare le basi di uno studio mirato alla raccolta di informazioni sulle icone meridionali databili tra la fine del XII e la prima metà del XIII secolo e accomunate da un’evidente matrice bizantina.

Svuota

Descrizione

Le icone dipinte risultano quasi avvolte da un velo di mistero, sia per il significato intrinseco all’origine di questi singolari manufatti sia per l’anonimato che spesso contraddistingue gli autori responsabili sia ancora per la quasi totale assenza di ricerche e studi sull’argomento, soprattutto dal punto di vista tecnico-conservativo e scientifico. L’occasione del restauro è stata quindi più di una semplice opportunità per recuperare un manufatto di indiscutibile valore culturale, in quanto ha rappresentato la possibilità di gettare le basi di uno studio mirato alla raccolta di informazioni sulle icone meridionali databili tra la fine del XII e la prima metà del XIII secolo e accomunate da un’evidente matrice bizantina.

Informazioni aggiuntive

Tipologia

Cartaceo, PDF

Autore

Giovanni Travagliato, Mauro Sebastianelli

Data di pubblicazione

Novembre 2019

Editore

PUP

ISBN

978-88-5509-058-2, 978-88-5509-061-2

Pagine

144